top of page
Search
  • Writer's pictureFernanda Stefani

Trasferirsi all'estero con il proprio figlio

Cosa succede quando si desidera trasferirsi all'estero con il proprio figlio?

Il genitore che desidera trasferirsi dovrebbe prima cercare il parere dell'altro genitore, se possibile, e cercare di concordare accordi di contatto con loro.


Se ciò non fosse possibile, il genitore può fare domanda per:

  • Un ordine di questione specifica ai sensi dell'articolo 8 del Children Act 1989. Questo è disponibile in ogni caso.

  • Un ordine autonomo per ottenere il consenso alla rimozione ai sensi dell'articolo 13 del Children Act 1989. Questo è disponibile solo se è in atto un Ordine di regolamentazione del rapporto genitoriale.


Quando il trasferimento è all'interno del Regno Unito, i tribunali potrebbero essere chiamati a regolare un trasferimento con uno dei seguenti ordini:


  • Un ordine relativo all'arrangiamento dei bambini

  • Un ordine di questione specifica che consente il trasferimento

  • Un ordine di passi vietati che impedisce il trasferimento del bambino

  • Un ordine di questione specifica relativo a un problema come l’educazione scolastica

 

Impatto sulle questioni legali consequenziali


Quando il trasferimento proposto è all'estero, possono sorgere ulteriori questioni come l'applicazione degli accordi di contatto.


Queste questioni legali consequenziali possono essere più o meno complesse a seconda che il trasferimento avvenga in un paese dell'UE o sia firmatario della Convenzione dell'Aia del 1996, o meno.


Il principio del benessere riportato all'articolo 1 è il principio generale che si applica a tutte le procedure ai sensi del Children Act 1989.


Esso stabilisce che "quando un tribunale determina qualsiasi questione relativa all'educazione di un bambino; o all'amministrazione della proprietà di un bambino o all'applicazione di qualsiasi reddito da essa derivante, il benessere del bambino sarà la considerazione primaria del tribunale".


Applicando il principio del benessere, il tribunale terrà conto di una lista di fattori stabiliti nel CA, tra cui:

  • I desideri e i sentimenti del bambino: più grande è il bambino, maggiore è il peso che viene loro attribuito;

  • Le loro esigenze fisiche, emotive ed educative;

  • L'effetto probabile sul bambino di qualsiasi cambiamento delle loro circostanze;

  • L'età, il sesso, l'origine e le caratteristiche del bambino che il tribunale ritiene rilevanti;

  • Eventuali danni subiti dal bambino o a rischio di subire;

  • Quanto capaci sono i genitori del bambino nel soddisfare le sue esigenze.


I tribunali possono anche prendere in considerazione questioni relative all'immigrazione, all'istruzione, alle modalità di vita, quali accordi di contatto saranno messi in atto per garantire che il genitore continui ad avere contatti con il bambino, i motivi del trasferimento, i motivi per cui viene rifiutato il trasferimento e l'impatto che il rifiuto del trasferimento avrà sul genitore richiedente e su come questo influenzerà il benessere del bambino.




Se desiderate fare domanda per un ordine per trasferire il vostro bambino all'estero o all'interno del Regno Unito, potrete contattare lo specialista in legge sui minori Fernanda Stefani Araujo all'indirizzo hello@stefanisolicitors.com.

Comments


bottom of page